Dove Andare? - Annunci il Mercatino: Vendita case, auto, lavoro e altro

Dove Andare?

MOSTRE
PALERMO
Associazione Arti Visive Sicilia: 
"Occhi fragili" L'idea è quella di creare, attraverso gli scatti, empatia col soggetto fotografato, un rapporto umano che solitamente sfugge nella vita quotidiana. L'esposizione è stata concepita come oggettivazione della realtà, ricostruendo storie attraverso la fragilità degli occhi delle persone incontrate per le strade di Palermo. Storie che altrimenti non sapremmo tradurre e comprendere,  storie che trovano un momento di equilibrio negli occhi fino al 22/02/2020. 

Palazzo Branciforte:
"Quello che rimane" Una riflessione corale sul tema della libertà e della reclusione, ideata da Loredana Longo come risultato finale del progetto "L'arte della libertà", tenutosi all'interno della Casa di Reclusione Calogero di Bona, Ucciardone di Palermo, e curato da Elisa Fulco e da Antonio Leone. Un diario di bordo che documenta con scritte, disegni e oggetti il processo artistico che ha trasformato l'esperienza del tempo condiviso di trenta persone, tra detenuti, operatori socio sanitari, operatori museali e polizia penitenziaria, in installazioni, video e performance. Opere disseminate negli spazi labirintici del Monte dei Pegni di Palazzo Branciforte, che funzionano come capitoli di una storia attraverso cui rileggere le tappe del progetto fino al 28/03/2020.

Museo Archeologico Salinas: 
"Documenti di storia ebraica dalle collezioni del Museo Salinas". Ricordare la Shoah e le sue vittime è un impegno che ogni anno si rinnova in occasione del Giorno della Memoria, istituito proprio per non lasciar cadere nell'oblio i nomi di coloro che furono deportati e uccisi nei lager e si opposero alla barbarie. Nei pannelli e nel filmato appositamente realizzati, vine raccontata la storia degli ebrei a Palermo, che inizia intorno al III-IV secolo d.C. e si chiude nel 1492 con l'Editto di espulsione dei re cattolici di Spagna Isabella di Castiglia e Ferdinando II d'Aragona. Il Museo Salinas ha vivisezionato le sue collezioni e composto una selezione di reperti e documenti che raccontano alcuni capitoli della storia ebraica in Sicilia e attestano gli studi dedicati alla presenza degli ebrei, maturati all'indomani dell'Unità di Italia e in concomitanza con le scoperte archeologiche tra '800 e '900 01/03/2020.

Palazzo Sant'Elia:
"Caravaggio Experience" è uno spettacolo di proiezioni e m/usiche della durata complessiva di 45 minuti circa, che si snoda contemporaneamente lungo tutto/ il percorso, senza interruzioni, e a ciclo continuo, utilizzando tecnologie digitali, video proiezioni, musiche e suoni per coinvolgere ed immergere lo spettatore in un'esperienza pienamente emozionale. L'obiettivo del progetto consiste nel dare la possibilità di osservare e conoscere in profondità l'opera del Merisi, attraverso un flusso di emozioni frutto di un puro godimento sensoriale, contribuendo in tal senso ad avvicinare il pubblico, più e meno esperto, ai suoi lavori in modo assolutamente nuovo. fino al 30/04/2020.

"1980-2016" Giusto Sucato (Palermo, 1951) realizza le sue opere manipolando oggetti in disuso che ricicla alla rinfusa in un caleidoscopio di colori, in perfetto equilibrio tra scultura primitiva, pittura e messaggio concettuale; un'arte che esalta le doti intellettive e manuali di questo artista che ha fagocitato esperienze del passato, rielaborandole in modo originale e interpretativo. Un'antologia di sue opere realizzate dal 1980 al 2016 a cura di Nicolò D'Alessandro fino al 28/02/2020.

Oratorio San Lorenzo:
"Next" Mantenendo, infatti, il contenuto e le dimensioni del perduto capolavoro di Caravaggio, l'artista ha affrontato con rara sensibilità l'arduo compito di andare oltre a un insanabile vuoto, ricreando la sua Natività attraverso l’uso del mezzo fotografico. La sua istantanea allude all'albero della vita. In una composizione piramidale, costruita con l'eleganza compositiva che contraddistingue la sua produzione, mette in scena in uno stesso tempo la nascita, il compianto e la resurrezione. L'archetipo della grande madre è interpretato nella sua complessità; in essa convivono la forza generatrice e distruttrice, la buona e la cattiva madre, il ventre femminile e la testa maschile. Un'opera di grande impatto visivo che, nella sua chiarezza formale, rimanda ad un';iconografia arcaica, mitologica e, per la sua forza spiazzante, estremamente attuale fino al 17/10/2020. 

CONCERTI
PALERMO
I Candelai:
concerto di Giusy Ferrero il 15/03/2020.

Teatro Golden:
concerto Le Vibrazioni il 17/03/2020.

CATANIA
Teatro Metropolitan:
concerto dei Negrita il 04/02/2020.
concerto di Giusy Ferrero il 16/03/2020.
concerto Le Vibrazioni il 19/03/2020.
concerto di Massimo Ranieri il 14/04/2020.
concerto di Gigi D'Alessio il 24/04/2020.

Palacatania;
concerto dei Modà il 06-07/03/2020.

TEATRO 
PALERMO
Teatro al Massimo: 
"Non è vero ma ci credo" di Peppino de Filippo dal 24-31/01/2020 al 01-02/02/2020.

Teatro Biondo
Sala Grande:
"PaGaGnini" ideazione di Yllana e Ara Malikian fino al 02/02/2020.

Teatro Libero:
"Cendres" il 30-31/01/2020 e il 01/02/2020.

Teatro Agricantus:
"E cento figli non campano un padre" scritto da Salvo Rinaudo con Ernestomaria Ponte e Clelia Cucco, musiche di Tony Greco fino al 16/02/2020.

Teatro Colosseum:
"Amore e brodo di ceci" di Manfredi Di Liberto il 01-02/02/2020.
"La favola del reddito di cittadinanza" con Tonino Tosto il 15-16/02/2020.
"Non ti pago" di Eduardo de Filippo il 28/02/2020 e il 05-06-07/03/2020.

Teatro Franco Zappalà:
"L'elisir d'amore" di Gaetano Donizzetti il 07-12-13-14/02/2020.
"Nel blu dipinto di blu" con la partecipazione di Pamela Prato il 19-20-21/02/2020.

MANIFESTAZIONI
TERMINI IMERESE 
Via Caduti del mare:
"Mercato del contadino" aziende agricole produttrici, provenienti da tutta la Sicilia, espongono i loro prodotti e li vendono direttamente ai clienti più affezionati. Il mercatino propone la formula della vendita diretta dal produttore al consumatore, con frutta e verdura di qualità e a basso costo per piatti gustosi e salutari ogni mercoledì ore 07:00-13.00.

SAN NICOLA L'ARENA
Piazza Gelsi: 
"Mercato del contadino" dove si possono trovare ortaggi, frutta, conserve, formaggi, ricotta, carne, vino e tutto quello che proviene dalla campagna tutti i venerdì dalle ore 16.00 alle 20.00.