dalla parte del consumatore - Annunci il Mercatino: Vendita case, auto, lavoro e altro

dalla parte del consumatore

Cosa si rischia se si viaggia senza assicurazione?
Può capitare a tutti di essere fermati dalla polizia mentre si sta guidando l’auto o la moto, scoprendo proprio allora di avere l’assicurazione scaduta, evento spiacevole, che potrebbe costare davvero caro. Vediamo un perché. 
L’assicurazione auto obbligatoria. È la Rca, la Responsabilità civile auto, che dagli anni ’60 del secolo scorso è obbligatoria per tutti i veicoli a motore (auto, moto, camion, ecc.). Si tratta di un contratto concluso tra il proprietario di un veicolo e una compagnia assicurativa che, in cambio di una somma di denaro (detta premio), si impegna a coprire tutti i nostri sinistri, cioè tutti i danni a persone e cose che possiamo causare alla guida del nostro mezzo, ma solo se il danno è accidentale ed involontario. La copertura assicurativa vale non solo in Italia, ma anche in tutti i paesi dell’Unione europea ed in altri stati, come la Svizzera o la Tunisia. L’importo dei danni che possiamo provocare non è però illimitato, perché l’assicurazione copre fino ad una certa somma (il massimale) fissata dalla legge e così, per tutti quei danni che superano il massimale, il conducente dovrà pagare la differenza di tasca propria. Poiché la Rca copre i danni che possiamo causare ad altri, ma non quelli che può subire il conducente, in questi casi ci si può tutelare con una copertura aggiuntiva, con un’apposita polizza, detta infortuni conducente, che non è obbligatoria ma può essere abbinata alla Rca. Di solito l’assicurazione viene stipulata con la formula “bonus/malus”, con la quale chi fa meno incidenti paga ogni anno sempre di meno, in modo così da scoraggiare i distratti ed i disonesti, che invece ad ogni incidente pagheranno di più. L’assicurazione obbligatoria è valida per un anno dalla stipula ed alcuni giorni prima della scadenza la compagnia assicurativa di solito ci avvisa, perché non accade più possibile, come in passato, che l’assicurazione viene rinnovata automaticamente alla scadenza. Dopo la scadenza comunque c’è ancora un periodo di tolleranza di 15 giorni, durante i quali possiamo continuare a circolare con il nostro veicolo, restando sempre coperti dalla polizza. È evidente che entro questo lasso di tempo dobbiamo sempre rinnovare l’assicurazione, sennò tutto è perduto.
Circolare senza assicurazione. Abbiamo visto come funziona la Rca e che essa è obbligatoria per legge, per cui ci sono delle sanzioni nel caso in cui venissimo pescati dalla polizia o dai carabinieri a circolare senza assicurazione o con l’assicurazione scaduta da oltre 15 giorni. È vero che non è più obbligatorio esporre il contrassegno giallo sul parabrezza del veicolo, perché ormai il controllo sull’assicurazione si fa elettronicamente, con il numero di targa del veicolo, ma è importante farsi rilasciare dalla compagnia assicurativa e tenere sempre con noi dentro il veicolo il certificato di assicurazione, che è il solo documento che prova che abbiamo stipulato una polizza assicurativa e che essa è valida. Sul certificato sono indicati i dati della persona che ha stipulato il contratto assicurativo, la targa ed il tipo di veicolo, i massimali assicurati ed altri elementi utili. Se da un controllo delle forze di polizia veniamo “pizzicati” senza Rca o con l’assicurazione scaduta da oltre 15 giorni, avremmo sicuramente una multa, che può arrivare anche a più di tremila euro, oltre a subire il fermo o, nei casi più gravi, addirittura il sequestro del veicolo, che non potrà più circolare finché non rinnoveremo l’assicurazione, pagheremo la multa e le spese di custodia del veicolo, se esso è stato sequestrato. Quindi, le conseguenze della nostra distrazione o, peggio, della nostra “furbizia” o mala fede, possono essere davvero gravi per il nostro portafoglio. 
E se accade un incidente quando sono senza assicurazione? Se provochiamo un incidente con il nostro veicolo privo di assicurazione o con l’assicurazione scaduta da più di 15 giorni, causando quindi danni a persone o cose e la colpa è nostra, dobbiamo risarcire di tasca nostra tutti i danni che abbiamo provocato, perché ovviamente la compagnia assicurativa non sarà più tenuta a farlo. Adesso capiamo l’importanza di avere un’assicurazione per il nostro veicolo valida ed efficiente, per evitare costi maggiori di quelli che potremmo risparmiare non assicurando contro i danni il nostro mezzo.