C'era una volta - Annunci il Mercatino: Vendita case, auto, lavoro e altro

C'era una volta

Chi sono i re Magi
di Salvatore Mantia
Chi sono i re magi? Compaiono nel Vangelo di Marco, ma non sono re né se ne definisce il numero. Si dice che provenissero dall’est, quindi dalla Mesopotamia. Con nome di Magi presso i Caldei e i Persiani si designavano alcuni sapienti che si occupavano di scienze occulte, di astrologia e di medicina. Erano dediti al culto del fuoco secondo l’insegnamento di Zoroastro. I magi erano una casta chiusa con le loro leggi. Il titolo di re venne dato loro da una tradizione posteriore ripresa dal profeta Isaia. La tradizione popolare ne vuole tre, perché presentarono tre doni a Gesù. La tradizione postbiblica ha dato i nomi di Gaspare, Melchiorre e Baldassarre. Come i Gentili, i re Magi dimostrano di non conoscere la profezia della Scrittura relativamente al luogo dove sarebbe nato il Messia. Per questo vennero guidati da una stella; non è facile determinare la natura di questa stella: era un astro? oppure una meteora luminosa, o una colonna di fuoco come quella che guidò gli ebrei nel deserto? Da alcuni  astronomi viene identificata come la nota cometa di Halley, per altri sarebbe stato un raro e misterioso evento astronomico. L’Epifania è la festa che celebra la manifestazione di Gesù ai Gentili, tra i quali ai Magi che sono stati i primi ad avergli reso omaggio. Dall’arte paleocristiana sino all’VIII secolo venivano rappresentati col berretto frigio, tipico copricapo persiano indossato dai sacerdoti del dio Sole e dagli alchimisti. Dal IX secolo compare la corona e, abbandonata l’origine iniziatica, i re Magi cominciano a simboleggiare i potenti della Terra che si inchinano davanti al Bambino Gesù. Uno di loro è immaginato uomo di colore. Marco Polo nel Milione dice di avere visto nel 1270 nella città di Saba la tomba dei tre re magi.